the best nice 4um

questo forum è troppo bello...potete trovare di tutto...dalla musica ai personaggi vip, dai giovani ai problemi della società!!! iscrivetevi in tanti!!! però attenzione... chi non si collega entro una settimana dalla registrazione verrà cancellato!!
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 BIOGRAFIA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Lilly

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 87
Età : 25
Localizzazione : cuneo
Umore : Lunatica
Data d'iscrizione : 11.11.07

MessaggioTitolo: BIOGRAFIA   Dom Nov 18, 2007 12:09 am

eh si... un po di biografia x i nostri personaggi ci deve essere... e allora... Razz



Fabio Cannavaro nasce a Napoli il 13 settembre 1973.
inizia subito a giocare a calcio e a otto anni entra nell'Italsider di Bagnoli. A undici anni approda al Napoli e ben presto vince il primo trofeo importante, il Campionato Allievi nel 1987. E' il periodo d'oro della Societa' partenopea: e' il Napoli fresco Campione d'Italia per la prima volta nella sua storia, un'intera citta' che sogna con Diego Armando Maradona e Fabio, raccattapalle al "San Paolo", puo' ammirare il suo idolo da vicino.
Quando il 7 marzo 1993 (Juventus-Napoli 4-3) Fabio esordisce in prima squadra, Maradona e' gia' lontano e il Napoli si stringe subito attorno al gioiello del vivaio. I risultati non sono entusiasmanti e la squadra lotta per la salvezza, ma appena ventenne Cannavaro gia' incanta, mettendo in luce le grandi doti esplosive che ne faranno il difensore piu' rapido e incisivo della serie A.
L'avventura partenopea dura fino all'estate del 1995, quando Fabio si trasferisce a Parma, dove con Gigi Buffon e Lilian Thuram va a comporre una delle difese piu' ammirate e invidiate da tutto il mondo.
Con questa retroguardia la formazione emiliana vince Coppa Italia, Coppa Uefa, Supercoppa Italiana e arriva a un passo dallo scudetto nell'anno di Juan Sebastian Veron ed Enrico Chiesa, rispettivamente a dirigere e finalizzare il gioco ducale.
Nella stagione 2001/2002 il Parma consegna a Fabio la fascia di capitano. Il difensore napoletano e' leader assoluto dei gialloblu' e quell'anno indossa una fascia importante, chiamata a reggere il peso di una stagione difficile, sempre in bilico fra la salvezza e la zona retrocessione. Alla fine arriva pero' la grande gioia della Coppa Italia: dopo una finale combattuta con la Juventus (con Fabio spettatore per una assurda squalifica rimediata nella semifinale con il Brescia), la formazione ducale alza al cielo la terza Coppa Italia della propria storia, la seconda dell'era Cannavaro.
Nell'estate del 2002 il neo-capitano della Nazionale intraprende una nuova avventura a Milano, sponda nerazzurra: per l'Inter di Massimo Moratti, orfana di Ronaldo, un leader in piu' da affiancare a "Bobo" Vieri.
Napoli, Parma e Inter, ma anche tanto azzurro nella carriera di Fabio Cannavaro.

Due titoli europei (1994 e 1996) vinti con la maglia dell'Under 21 allenata da Cesare Maldini,
poi l'esordio in Nazionale maggiore (22 gennaio 1997, Italia-Irlanda del Nord 2-0),
due Campionati del Mondo (1998 e 2002) e un Europeo (2000) fino ai gradi di capitano.

Archiviati gli sfortunati Mondiali in Giappone e Corea, infatti, Paolo Maldini da' l'addio all'azzurro e la fascia viene consegnata a Fabio. Per l'Italia si apre l'era di Cannavaro capitano, bagnata dalla qualificazione agli Europei lusitani.
Dopo l'esperienza in Portogallo il passaggio a Torino sponda bianconera.
Per il capitano della Nazionale italiana, la maglia della squadra piu' titolata del nostro calcio: l'ennesima avventura di una carriera luminosa.
Sul campo è un successo dopo l’altro. Fabio diventa protagonista assoluto della difesa bianconera e trascina la Juventus a due scudetti. Sulla panchina, anche a Torino come oggi a Madrid, c’è Fabio Capello e fra i due l’intesa è quella giusta. Nella stagione 2004/05 Fabio non perde una partita: incassa 38 presenze e segna anche due gol. Gli acciacchi di Milano sono definitivamente alle spalle.
Nella stagione 2005/06 la Juventus ha il compito di confermarsi e lo fa alla grande: ancora uno scudetto con Fabio sempre protagonista.
Sul campo la Juventus merita, ma nell’estate del 2006 lo scandalo calciopoli colpisce nel profondo il club bianconero che è costretto a rifondare il proprio staff dirigenziale e ripartire dalla serie B.
Fabio però segue da lontano queste vicende. Lui è in azzurro con Marcello Lippi per la Coppa del Mondo di Germania. L’Italia balbetta nelle prime partite del girone eliminatorio (con Ghana, Usa e Repubblica Ceca), poi è una cavalcata verso la finale: Ucraina, Australia, Germania e Francia si devono inchinare alla forza della nazionale azzurra. Fabio Cannavaro, capitano, alza al cielo la quarta coppa del mondo che finisce nelle mani dell’Italia.

Poi è storia di oggi. Fabio Cannavaro segue Capello a Madrid. “Il Real Madrid –spiega in conferenza stampa- è la squadra dove tutti i calciatori vorrebbero giocare almeno una volta nella vita. A questo punto della mia carriera era probabilmente l’ultima occasione che mi si presentava. Non potevo rifiutare…” Impossibile dire no ai Galacticos!
Il finale del 2006 per Fabio è da incorniciare, in novembre vince il Pallone d'Oro a Parigi (votato dai giornalisti) e in dicembre viene incoronato a Zurigo con il Fifa World Player (votato da allenatori e capitani delle nazionali di tutto il mondo).



BRAVO!!!!! :cheers: :cheers:

_________________
grazie amo x questa seconda possibilità!! vedrai ke nn me la lascio scappare!!

"voglio un bacio al thè alla pesca...
...voglio 1 bacio e basta!!!"
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://pigghyna92.spaces.live.com
 
BIOGRAFIA
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Boney M. ..un pezzo della vita di molti!
» presentazione.
» Camilleri: Biografia del figlio cambiato - BUR
» Ghost rider

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
the best nice 4um :: V. very I.important P.people :: Fabio Cannavaro-
Andare verso: